Home / News / Danza e Fede
IMG_1888

Danza e Fede

 

Il testo “Hai mutato il mio lamento in danza” di Tiziano Stefano Izzo (foto allegata in fondo all’articolo) ha ispirato una riflessione sul tema DANZA e FEDE.

Numerose religioni utilizzano la danza nelle loro funzioni e usandola così come mezzo per celebrare, pregare e avvicinarsi al divino.

Anche il mondo della danza porta in scena i temi sacri delle religioni. Il legame tra danza e fede è indissolubile: nasce con l’uomo. Nasce dall’uomo.

Ma quanto è importante la fede per i ballerini?

Alcuni danzatori professionisti fanno il segno della croce prima di entrare in scena; altri posizionano immagini sacre nel camerino dove si truccano prima di uno spettacolo; anticamente le ballerine del Teatro alla Scala di Milano, portavano fiori alla Madonna del latte, nella cappella delle ballerine della chiesa di San Fedele, la sera prima di un loro debutto.

Nel libro “Hai mutato il mio lamento in danza” la vita dei danzatori è una vita di passione: la sbarra di legno da cui tutto ha inizio e a cui ogni giorno un danzatore si affida, è la croce simbolo di sostegno. Le fatiche ed i sacrifici sono il percorso che conduce, come una via crucis, alla nascita di un gesto danzato che tende al divino.  Una voce interiore fa compagnia al danzatore nei suoi momenti più bui. La scoperta delle proprie imperfezioni o qualità, avviene in un cammino di fede verso la danza.

I danzatori dialogano continuamente con il Corpo che è il loro Tempio. In esso si comprende il dolore fisico per le estenuanti prove o un brutto infortunio a cui segue una dura riabilitazione o l’usura di una lunga carriera. In esso risiede l’anima che spinge i ballerini a voler vivere della loro passione.

Quando i ballerini si annoiano a fare la lezione quotidiana, ripetendo continuamente gli stessi passi, dimenticano che quello è il momento in cui pregano: affidano all’anima e al corpo il compito di realizzare la propria danza.

La costanza e la perseveranza dei danzatori non è forse Fede?

By Mary Garret

(Foto in alto tratta dal Balletto “Pietas” di Francesco Ventriglia)

Copertina del libro: “Hai mutato il mio lamento in danza”Hai-mutato-il-mio-lamento-in-danza1-e1333285209319

Per acquistare il libro clicca qui: IBS o AMAZON

Di seguito una coreografia di Francesco Ventriglia sulla canzone “Il sogno di Maria” tratta dall’album La buona Novella di Fabrizio De Andrè. 





>

Per ringraziarti della visita c'è un regalo per te. La più potente meditazione di Daniele Penna per ottenere un totale rilassamento e raggiungere i tuoi obiettivi. Addormentati ascoltandola! Clicca sull'immagine che trovi qui sopra, registrati, segui le istruzioni e scarica la meditazione e tutti gli altri contenuti in regalo che abbiamo preparato per te. Ti aspettiamo!

Check Also

coppa

Concorsi, Saggi e altri “Business”

Qualche tempo fa ho affrontato l’argomento Concorsi e Saggi nel mondo della Danza. Pur avendone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *